1 | 2

Medaglia a croce di guerra ordine di Vittorio Veneto(129)

L'Ordine di Vittorio Veneto era un'istituzione della Repubblica Italiana; istituito nel 1968 e quiescente dal 2008, è stato abolito nel 2010. È stato istituito con L. 18 marzo 1968, n. 263, per «esprimere la gratitudine della Nazione» a tutti i soldati italiani che avevano combattuto almeno sei mesi durante la prima guerra mondiale, e agli insigniti della croce al merito di guerra. Capo dell'Ordine era il Presidente della Repubblica. Un generale di corpo d'armata ne presiedeva il Consiglio, che provvedeva al vaglio delle domande avanzate dagli interessati tramite il comune di residenza. L'Ordine era di fatto quiescente dal 26 ottobre 2008 con la morte dell'ultimo insignito ancora in vita.[1] È stato formalmente abolito dal D. Lgs. 15 marzo 2010, n. 66 in materia di Codice dell'ordinamento militare (art. 2268, c. 1, alinea 596). L'onorificenza era conferibile ai militari italiani combattenti per almeno sei mesi della prima guerra mondiale e delle precedenti guerre, ai decorati della croce al merito di guerra o che si siano trovati nelle condizioni per aver titolo a tale decorazione (abbiano cioè combattuto per almeno un intero anno) e che siano in godimento dei diritti civili. Questa onorificenza venne consegnata alla quasi totalità dei combattenti della Prima guerra mondiale, che, ancora in vita nel 1968, furono nominati Cavaliere di Vittorio Veneto per decreto della Repubblica Italiana, in riconoscimento del servizio prestato. È bene precisare dunque che l'onorificenza non è concessa per uno specifico atto di valore personale, ma è data in generale per le fatiche di guerra. Dal 2008 l'Ordine è privo di Cavalieri decorati ancora in vita, dopo che i Cav. Pietro Micheletti, Cav. Lazzaro Ponticelli, Cav. Francesco Domenico Chiarello e Cav. Delfino Borroni sono deceduti. Tratto da wikipedia.

Per ulteriori informazioni siamo a disposizione.

Contattaci su info@militarmania.com